Il cammino della Pastorale Giovanile di Lecce per il 2020

Dopo un tempo di ascolto nelle vicarie, l’equipe diocesana di Pastorale Giovanile si è messa al lavoro per fare sintesi sul percorso che avrebbe accompagnato i giovani della diocesi per l’anno 2020. Ciò che è scaturito dai quattro incontri vicariali è la necessità di non aggiungere, a quelle già esistenti, delle proposte per gli adolescenti e avviare percorsi formativi che aiutino gli educatori dei giovani a formare i ragazzi che gli sono affidati. Per questo abbiamo pensato a vari momenti rivolti a giovani dai 18 ai 35 anni. 

Per iniziare, tre momenti di Lectio Divina, guidati da don Salvatore Corvino, che si terranno a Merine presso la Chiesa di San Giovanni Paolo II il 3 Febbraio, il 2 Marzo e il 4 Maggio alle ore 20,30. I giovani saranno accompagnati alla lettura della Parola di Dio. 

Due momenti di Ascolto, per e con i giovani: Venerdì 17 Aprile, alle ore 20,00 presso il parco Belloluogo di Lecce, interverrà Marco Gallizioli che ci aiuterà a fare un click sui giovani; Venerdì 15 Maggio, stesso luogo e stesso orario, interverrà Marco Moschini sul tema giovani e futuro

Quest’anno, inoltre, si terrà il primo anno del corso di formazione per formatori dei giovani. In cinque appuntamenti per quest’anno e altri cinque per il prossimo, i formatori acquisiranno competenze sull’area biblica, antropologica e metodologica. Per quest’anno gli appuntamenti sono previsti il 23 Febbraio, 22 Marzo, 24 Maggio, 25 Ottobre e 29 Novembre dalle 15,30 alle 19,30, presso la Parrocchia San Giovanni Battista in Lecce. Per partecipare a tale corso sarà necessario iscriversi entro e non oltre il 15 Febbraio, sul sito pastoralegiovanile.diocesilecce.org.

Infine, le ultime due proposte sono gli esercizi spirituali, che si terranno dal 1 al 4 agosto presso Le Sorgenti a Lecce e dal 27 al 29 Agosto presso il Monastero di Bose ad Ostuni.

Il tema del percorso annuale riprende il tema scelto da Papa Francesco per la Giornata Mondiale della Gioventù 2020; “Giovane, dico a te, alzati” (Lc 7,14) è quanto disse Gesù al giovane che restituì in vita alla madre, per i giovani della nostra diocesi diventa l’invito a puntare in alto, nel cammino di fede e di conoscenza di Dio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *